I tuoi sogni, i nostri Viaggi!

MANHATTANHENGE: SOLSTIZIO A NEW YORK - Cosa vedere

Central Park indossa i colori dell'autunno

Central Park indossa i colori dell'autunno

La Statua Della Libertà

La Statua Della Libertà

Skyline New York di notte

Skyline New York di notte

 

MANHATTANHENGE: SOLSTIZIO A NEW YORK - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: EV4USS251

Il Manhattanhenge è un fenomeno noto anche come solstizio di Manhattan, ma cosa significa?

 

Con questo termine si identifica il momento in cui al tramonto il Sole si allinea perfettamente con le strade che attraversano il distretto di Manhattan, New York, in direzione est-ovest. 

 

Questo si verifica due volte all'anno, a pari distanza temporale dal solstizio d'estate: la prima si colloca temporalmente vicina al 28 maggio, mentre la seconda avviene in genere verso il 12 luglio.

 

Ma dopo aver ammirato questo fenomeno, arriva l'ora di visitare i simboli della Grande Mela

 

Uno dei tanti è l’Empire State Building, oltre ad essere il grattacielo più conosciuto di tutto il mondo. Con i suoi 381 metri, offre una vista mozzafiato della città, dalla terrazza panoramica. Il giovedì, il venerdì e il sabato, tempo permettendo, dalle 22 all’1, è possibile trovare all’osservatorio dell’86° piano, un sassofonista per rendere ancora più indimenticabile la vista su New York. L’artista esegue anche canzoni su richiesta: potrebbe essere un ottimo modo per una proposta di matrimonio.

 

Solitamente l’Empire è illuminato da luci bianche ma, a seconda delle occasioni, i colori dell’illuminazione cambiano, regalando alla città un profilo diverso. Altro grattacielo su cui “arrampicarsi” è il Top of the Rock, la terrazza panoramica del Rockefeller Center. E’ alto 260 metri ma regala comunque delle vedute indimenticabili di New York.

 

Fu scattata durante la sua costruzione, la celeberrima foto Lunch a top a Skyscraper, che vede alcuni muratori che pranzano seduti su una trave in bilico nel vuoto, con dietro il panorama di New York. Il vero polmone verde della Grande Mela, con alcune particolari bellezze, è Central Park: entrandoci vi scoderete di essere a New York!

 

Tra le soste da non perdere, c’è quella allo Strawberry Fields Memorial, il memoriale dedicato a John Lennon,  che trae il suo nome da una canzone dei Fab Four, “Strawberry Fields Forever”. La visita a questo spazio del parco può essere fatta a cavallo, in carrozza, in bici, con il pedicab e a piedi per godere dell’atmosfera magica che si respira.

 

Al centro del tutto, c’è il mosaico che rappresenta il famosissimo brano: “Imagine”, che evoca ad un mondo di pace, speranza per un futuro migliore a dimensione d’uomo. Una targa menziona gli oltre centoventi Paesi che hanno voluto piantare fiori o contribuire alle spese della manutenzione di questo spazio inneggiante ad un mondo migliore definito, “Giardino della Pace (Peace Garden)”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK