I tuoi sogni, i nostri Viaggi!

TRA MONASTERI E CHIESE NELLA ROCCIA IN ARMENIA - Cosa vedere

null
null
 

TRA MONASTERI E CHIESE NELLA ROCCIA IN ARMENIA - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: EV4AMC43

Il Complesso monastico di Khor Virap è uno dei luoghi più importanti per la tradizione armena, poiché è qui che San Gregorio Illuminatore, il primo dei patriarchi della chiesa armena, venne tenuto prigioniero per quindici anni.

Questo luogo è meta di pellegrinaggio da parte dei fedeli.

 

Anche il Monastero di Amaghu-Noravank è molto noto, un po' per la posizione suggestiva dove è situato (sul termine di una valle strettissima) e un po' per la sua architettura gotica, le sue pietre scure che fanno dei giochi di luce stupefacenti sugli altari interni. Descrivere la bellezza di questo luogo non è possibile.

 

Il Monastero di Tatev si trova su una roccia, una specie di forte creato dalla natura, sulla gola che sovrasta la cittadina di Vorotan. Dallo schema asciutto e severo, questo luogo sacro ospita al suo interno degli affreschi meravigliosi, con figure antiche, oggi purtroppo molto rovinati. Nella sala degli scritti di questo monastero furono copiati centinaia di manoscritti e antichi codici. Poco distante, a Noraduz, si trova il cimitero dei Khachkar, le grandi croci di pietra (uno dei simboli prediletti della tradizione armena). Altri monasteri davvero suggestivi sono quelli di Hagpat, situato ad Alaverdi quasi abbracciato alla montagna, e quello di Sanahin, dove si trovava un tempo un'università di teologia e belle arti.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK