I tuoi sogni, i nostri Viaggi!

Trekking sul Kilimanjaro - Cosa vedere

Fermata sul Kilimajaro

Fermata sul Kilimajaro

10 giorni 7 notti

null

10 giorni 7 notti

Il Kilimajaro sovrasta il paesaggio africano

Il Kilimajaro sovrasta il paesaggio africano

10 giorni 7 notti

 

Trekking sul Kilimanjaro - CODICE ITINERARIO: EV3TZS680

Il piu bell'itinerario di trekking del Kilimanjaro è sicuramente la salita da Machame, a sud ovest del massiccio, per la presenza di ripide salite pietrose immerse nella variegata vegetazione. In cima la caldera del vulcano assomiglia a un paesaggio lunare, che alle luci del primo sole diventa ancora più singolare. Situato nella Tanzania nord-occidentale, quasi al confine con il Kenya e a soli 330 km a sud dell'equatore, il Kilimangiaro è il più alto massiccio vulcanico inattivo del continente africano, nonché una delle più alte vette del mondo. Il Kilimanjaro rappresenta un vero e proprio paradiso naturale per escursionisti e scalatori che adorano stare a contatto con la natura. Il Kilimanjaro è formato da tre vette principali, tre vulcani estinti: il tetto d’Africa è il Kibo, che significa “bianco” per la presenza della neve, che culmina nell’Uhuru Peak, l’altra è il Mawenzi, che vuol dire “nero” per le distese di roccia vulcanica, mentre lo Shira, è trascurato da chi sale. Il Kilimanjaro è una tra le montagne “isolate” la più alta del mondo, innalzata su una pianura posta lungo la dorsale della valle del Rift. Le strade percorribili per raggiungere la cima Uhuru Peak e Gillman's Point sono 6: Marangu Route, è il sentiero più trafficato, Machame Route - soprannominata "Whiskey Route", è un percorso più impegnativo rispetto al primo e panoramico, dove è possibile dormire in tenda, Mweka Route viene utilizzata come via del ritorno da chi ha effettuato la scalata dalla Machame Route, in quanto è la via più diretta e ripida, Umbwe Route si trova tra la Machame e la Mweka Route e solitamente viene utilizzata in discesa, Rongai Route percorre il versante nord-est della montagna, ovvero il lato più selvaggio ed incontaminato nonché il più vicino al confine kenyano, Lemosho/Shira Route presenta un'ascesa più lenta. Arusha, la terra del caffè sara il punto di partenza di questo avventuroso viaggio. Posta ai piedi del monte Meru e Situata in posizione strategica fra i principali parchi della Tanzania, Arusha è un importante polo turistico. Fra i quartieri più importanti di Arusha ci sono la Central Business Area, la zona centrale degli uffici, dove si trova il campanile, Sekei, zona residenziale con una vibrante vita notturna, Njiro, un sobborgo meridionale in rapida espansione e Tengeru un quartiere-mercato. Da Arusha raggiungerete il Villaggio di Machame, punto di partenza dell'omonima via di salita. Dal villaggio una strada sterrata prosegue attraverso piantagioni di caffè e bananeti fino all'entrata del Parco. E' possibile talvolta raggiungere direttamente in macchina il "Machame Gate"; punto di entrata al Parco del Kilimanjaro, portandosi così a quota 1.800 metri. Il Machame Camp è posto a quota 2.980 metri, poco sopra il limite della foresta pluviale, in cui l'area per campeggiare è dotata di numerose piazzole su terra nera, dove è facile piantare i picchetti; toilette alla turca e presso il bivacco del guardiaparco c'è la possibilità di comprare acqua, coca cola e birra. Il momento migliore per ammirare il Kilimanjaro è l'alba o il tramonto. Continuerete ad ammirare posti magnifici in direzione dell'Altopiano di Shira, dove la vegetazione lascia presto posto ad un deserto d'alta quota, fatto di piante grasse e arbusti e roccioni lavici. Visiterete la Torre di lava, un particolare formazione rocciosa situata a poco più di 15.000 metri lungo la montagna, sui percorsi Lemosho e Machame. Formatasi dalla lava durante il periodo in cui il Kilimanjaro era ancora un vulcano attivo. L’Arrow Glacier Hut, adesso ridotto notevolmente, presenta percorsi con gradini rocciosi per raggiungere il bordo del cratere a circa 5700 metri. La sosta nella valle del Barranco, è un ampio crinale roccioso dai cui ammirerete la splendida vista sul ghiacciaio Heim. Salendo costeggerete un altro ghiacciaio, quello di Rebmann, posto sulla sommita del Kilimanjaro ed è quel che rimane di un'enorme cappa di ghiaccio che una volta ne coronava l'intera cima. Deve il suo nome al missionario ed esploratore tedesco, Johann Rebmann che nel 1848 fu il primo esploratore bianco a scoprire la neve e i ghiacciai in cima al Kilimanjaro.

Prezzo indicativo a partire da 2.350 € A PERSONA
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK